L’ECOMuseo che vogliamo creare inteso anche come “museo diffuso”, è un sistema museale situato su un territorio esteso dove spiccano il patrimonio naturalistico e storico–artistico, e dove insistono ambienti di vita tradizionali particolarmente caratteristici, il tutto degno di salvaguardia e valorizzazione. L’obiettivo è istruire la comunità affinché si impegni a prendersi cura del proprio territorio, legando lo sviluppo del museo alla difesa dell’ambiente.

Lo spazio di riferimento non è più solo l’edificio ma l’intero territorio di appartenenza, con i suoi paesaggi e le sue architetture, che diventano contemporaneamente luogo da visitare, studiare e soprattutto proteggere, rendendo partecipe la popolazione della conservazione del proprio patrimonio culturale e ambientale.

Nello specifico nell’ECOMuseo De Amicis Cultura Eventi rientrerebbero gli antichi casali di Battipaglia e Eboli, la rete degli ex tabacchifici della Piana del Sele, il fiume Tusciano, le aree archeologiche della Spineta, la fascia costiera, il sistema collinare delle cave di Battipaglia e Eboli caratterizzato da sentieri interpoderali che abbracciano l’intera cintura collinare della città consolidata, fino al Castelluccio.

L’ECOMuseo è concepito come un itinerario culturale alla riscoperta del patrimonio che caratterizza la città di Battipaglia: dunque il paesaggio naturale e agricolo, ma anche quello urbano, con una particolare attenzione a quanto realizzato dalle persone che abitano questo ambiente e che nel tempo hanno contribuito a definirlo.

L’ECOMuseo De Amicis Cultura Eventi si propone di presentare e valorizzare i luoghi fisici, gli oggetti materiali (reperti di epoca Greca e Romana, Chiese, antichi Casali, Tabacchificio, il Tusciano, la Costa, le Colline, il Castelluccio) e, soprattutto, la memoria collettiva di una comunità e del territorio che la ospita: dunque anche antichi saperi, mestieri tradizionali, pratiche oggi quasi del tutto scomparse, ma che in passato hanno segnato lo sviluppo della città e dei suoi abitanti.

Inoltre l’ECOMuseo promuoverà il territorio con visite guidate nei siti archeologici, storici e ambientali. Punterà alla riscoperta e valorizzazione delle feste tradizionali. Fornirà un servizio di informazione turistica, organizzazione di gite nel territorio in collaborazione con le agenzie turistiche o le pro-loco. Dunque riscoperta e promozione delle tradizioni popolari legate al territorio, attraverso la ricerca e il trasferimento delle conoscenze alle nuove generazioni.

L’ECOMuseo proporrà e promuoverà la visita in quei luoghi che non sempre sono segnalati nelle guide turistiche, organizzando escursioni in zone e luoghi poco conosciuti ma di grande interesse, per lasciare ai visitatori gradevoli sensazioni.