Mostra “PRIMA DI BATTIPAGLIA”

Le origini di Battipaglia nei manufatti degli uomini che hanno abitato le terre tra il Sele e il Tusciano tra il VII sec. a.c. e il III sec. d.c.

Progetto a cura dell’arch. Maria Rosaria Di Filippo

Si è organizzato una mostra archeologica che ha per oggetto Battipaglia, nel periodo che va dal VIII sec. a. c. fino al IV sec. d.C.

La mostra è stata organizzata e curata dall’arch. Maria Rosaria Di Filippo, con l’importante e fondamentale collaborazione delMuseo Archeologico Nazionale di Eboli e del Museo Archeologico Provinciale di Salerno, con la collaborazione del Polo Espositivo De Amicis e ha l’obiettivo di raccontare al pubblico i secoli di storia della città di Battipaglia fino all’arrivo dei romani.

L’obiettivo principale è quello di mostrare ai battipagliesi, prima che a tutti gli altri visitatori, perché sono stati eseguiti scavi nel loro territorio, cosa si è trovato, quale è l’importanza dei reperti scavati e quali sono stati i progressi nella ricerca.

Nel dettaglio si è dato vita ad una raccolta di immagini fotografiche, relativa a tutti i reperti archeologici rinvenuti sul territorio del Comune di Battipaglia e in esposizione presso i musei della Provincia di Salerno, a partire dai primi ritrovamenti del secolo scorso fino a quelli più recenti.

Una documentazione che oltre a contenere immagini contiene notizie storiche sull’oggetto raffigurato, quali: epoca di fabbricazione, notizie sul luogo di ritrovamento, anno della scoperta, l’uso cui era destinato, attuale collocazione, allegando magari se esistono anche le foto del cantiere di scavo.

Una banca dati, la prima del genere sulle origini e la cronologia degli insediamenti antichi di Battipaglia, fino al periodo romano.