La “De Amicis” è sempre stata per i battipagliesi la scuola per eccellenza quella in cui hanno studiato intere generazioni, di nonni, padri e molti giovani della nostra comunità.

Il progetto di recupero avrà la finalità di dover rispondere ad una spinta popolare che vuole la completa riapertura della De Amicis per restituirla alla libera fruizione dei cittadini battipagliesi e non trascurabile l’obiettivo di valorizzazione del patrimonio storico della città, in quanto questo edificio pur non essendo vincolato dalla Soprintendenza rappresenta un indiscutibile bene dal forte valore storico e simbolico per la comunità locale.

Difatti questo complesso oltre ad avere un indiscutibile interesse storico, ha anche un significato simbolico delicatissimo, tanto più in un momento in cui la crisi ha travolto antiche abitudini, modi di pensare e di relazionarsi.

Si avverte la perdita di identità locale, di comuni obiettivi e desideri da perseguire, oltre che difficoltà sempre maggiori nel riconoscersi in programmi e progetti condivisi.  Quasi tutti però a Battipaglia sono dell’opinione che la scuola De Amicis va recuperata e restituita alla città.

Gli obiettivi del progetto di recupero saranno quelli di sviluppare una azione di tutela dell’ identità locale e dei suoi valori, indirizzata specificamente al recupero della scuola De Amicis  affinchè tale spazio possa riacquistare il ruolo originario di risorsa vitale e propulsiva per la crescita e lo sviluppo delle nuove generazioni, conservando la funzione simbolica di luogo rappresentativo identitario.

Il progetto di rifunzionalizzazione sarà finalizzato ad innescare un meccanismo di riscoperta della vocazione del luogo attraverso il riconoscimento della relazione mai interrotta tra comunità ed edificio, che ricostruisca le condizioni di equilibrio perse con la chiusura decennale, indagando la possibilità di proporre un centro culturale – espositivo polifunzionale  all’interno dell’edificio.

Il senso del progetto sarà dato dalla volontà di prefigurare uno scenario possibile di recupero sostenibile, facendo rivivere questi spazi nel loro significato di spazi per la  formazione, di poli dell’ identità locale e di risorsa per lo sviluppo del territorio e dei suoi valori.

Battipaglia è una città che manca del tutto di spazi aggregativi polifunzionali. L’obiettivo della proposta di rifunzionalizzazione sarà quello di dare vita ad un luogo che dovrà essere in primis un punto di riferimento identitario per i cittadini e la comunità tutta, la quale attraverso la partecipazione ad eventi e manifestazioni culturali, ricreative e formative si aprirà a nuove esperienze di socializzazione e partecipazione, finalizzate ad una accresciuta consapevolezza civica e sociale.

Le funzioni previste sono dettate dall’esigenza di patrimonializzare la storia e l’identità del luogo, la cui testimonianza è data da un insieme di reperti materiali e immateriali che vanno raccolti, catalogati ed esposti alla consultazione di coloro che vorranno approfondire la conoscenza della città e del territorio della Piana del Sele.